Educazione affettiva sessuale ai tempi di internet. Relazioni virtuali. Selfies, sexting e sessualità dai 10 anni in poi.

2 Ottobre 2019

Educazione affettiva sessuale ai tempi di internet.
Relazioni virtuali. Selfies, sexting e sessualità dai 10 anni in poi.

Educazione affettiva sessuale ai tempi di internet.
In quinta primaria, come da programma didattico in scienze, viene trattato il sistema riproduttivo.
Sono sempre più numerosi i ragazzini e le ragazzine che si rivolgono a Internet, anche per trovare delle risposte sulla sessualità, che non trovano altrove, né a scuola, né in famiglia.

I bisogni emotivi sulla crescita inascoltati dei ragazzi, vengono saturati dalla rete. Il web diventa il luogo privilegiato dell’educazione sessuale, grazie alla mole di materiali informativi e visivi che mettono a disposizione garantendo anonimato e protezione dall’imbarazzo e dalla vergogna.

Ma con quali conseguenze sull’identità maschile e femminile in costruzione degli adolescenti?
Nell’epoca di internet e del narcisismo si intrecciano le relazioni sentimentali e i social media.
E che relazione esiste tra selfie, sexting e sessualità?
Come mai è così frequente scambiarsi e condividere foto e video sessualmente espliciti?

L’ambiente, le relazioni, il modo in cui viviamo e cresciamo hanno importanti ricadute sul nostro modo di sentire e rappresentare noi stessi in relazione con gli altri e cosi come anche l’uso della rete e del mondo digitale.
Cercheremo di comprendere il significato simbolico soggettivo sotteso all’utilizzo poiché si nascondono fragilità individuali e generazionali che il successo e la diffusione di questi mezzi attenuano e leniscono.

D.ssa Elisa Roda, psicoterapeuta aderisce all’iniziativa, primo colloquio gratuito nella rassegna “Robe da Matti 2019” in collaborazione con l’Associazione Psicosfere